La Scienza Dei Sogni

Freud e la sua teoria sui sogni

Il 24 luglio 1895 Freud fece un sogno che costituirà la base della sua teoria sui sogni. Era preoccupato per una paziente, Irma, che non stava reagendo poi così bene durante il trattamento di psicoterapia come egli aveva sperato. Freud si incolpava di questo fallimento.

Freud sognò di incontrare Irma a una festa e di visitarla. Poi vide balenare davanti ai suoi occhi la formula chimica di un farmaco che un altro medico aveva prescritto a Irma e si rese conto che la sua condizione era causata da una siringa sporca usata dall’altro medico. La colpa di Freud fu così alleviata.

L’Appagamento di Un Desiderio

Freud interpretò questo sogno come l’appagamento di un desiderio. Aveva desiderato che le cattive condizioni di Irma non fossero colpa sua e il sogno aveva esaudito questo desiderio informandolo che la colpa era di un altro medico. Sulla base di questo sogno, Freud (1900) propose che una delle funzioni principali dei sogni fosse la realizzazione dei desideri.

La teoria sui sogni di Freud

Il suo era un approccio rivoluzionario alla comprensione della mente e del comportamento umano, incentrato sul ruolo della mente inconscia, che era largamente ignorato o sottovalutato da altre teorie dell’epoca.

La teoria sui sogni di Freud ha introdotto concetti chiave della psicoanalisi come il complesso di Edipo e la libera associazione. Freud propose che i sogni potessero fornire preziose informazioni sui desideri e sui conflitti inconsci di un individuo.

Si trattava di un’idea nuova, poiché i sogni venivano spesso liquidati come qualcosa priva di significato o interpretati in un contesto più mistico o religioso. Freud propose invece che i sogni fossero una forma di “appagamento dei desideri”, mettendo in scena i desideri, i pensieri e le motivazioni inconsce che la nostra mente conscia reprime durante il giorno. Questo concetto ha influenzato non solo il campo della psicologia ma anche la letteratura, l’arte e la cultura popolare.

Contenuto manifesto e latente teoria sui sogni di Freud

Nella sua teoria sui sogni, Freud distingueva tra il contenuto manifesto di un sogno (ciò che ricordiamo al risveglio) e il contenuto latente (il significato psicologico nascosto).

Il contenuto manifesto è spesso una versione distorta del desiderio che la mente del sognatore cerca di soddisfare, mentre il contenuto latente è il desiderio sottostante stesso.

Il Lavoro sui sogni

Il processo attraverso il quale la mente altera il vero significato di un sogno in qualcosa di differente è noto come “lavoro onirico”.

Il lavoro onirico include processi come lo spostamento (spostamento del significato emotivo da un oggetto a un altro), la condensazione (combinando più idee in una) e la simbolizzazione (rappresentare un’azione o un’idea attraverso simboli). Freud utilizzò una tecnica chiamata libera associazione per scoprire il contenuto latente dei sogni. In questo processo, una persona dice tutto ciò che gli viene in mente pensando agli elementi di un sogno. Così facendo è possibile inture quali siano effettivamente i desideri inconsci che il sogno rappresenta.

Il Contenuto latente come significato nascosto dei sogni

Il contenuto latente dei sogni, un concetto introdotto da Sigmund Freud nella sua teoria psicoanalitica, si riferisce ai significati o ai temi nascosti, simbolici e inconsci che si nascondono dietro quello che accade in un sogno. Questo va a contrastare il contenuto manifesto, che è la trama reale o gli eventi che accadono nel sogno così come li ricorda il sognatore.

Freud credeva che il contenuto latente di un sogno fosse spesso legato a desideri e conflitti inconsci. I conflitti inconsci sono pensieri e sentimenti così preoccupanti, immorali o inaccettabili che la mente cosciente li reprime. Tuttavia possono emergere in forma distorta nei nostri sogni.

Il contenuto latente non è quindi direttamente osservabile perché si presenta codificato o simbolizzato nel contenuto manifesto del sogno.

Come fa la mente a censurare il contenuto latente?

Sigmund Freud ha proposto che la mente utilizzi un processo chiamato “lavoro onirico” per censurare o mascherare il contenuto latente di un sogno. Il contenuto latente, che rappresenta i nostri veri desideri e pensieri inconsci, è spesso inquietante o socialmente inaccettabile.

Lo scopo del lavoro onirico è quindi quello di trasformare il desiderio proibito in una forma non minacciosa e più accettabile, riducendo così l’ansia e tanto da permetterci di continuare a dormire.

Il lavoro onirico implica il processo di condensazione, spostamento ed elaborazione secondaria

Lo spostamento del significato emotivo da un oggetto importante a uno meno importante. 

Lo spostamento avviene quando trasformiamo la persona o l’oggetto a cui stiamo veramente pensando in qualcun altro. o qualcos altro.

Ad esempio, uno dei pazienti di Freud era estremamente risentito nei confronti della cognata e si riferiva a lei come a un cane. Il paziente raccontava di aver sognato di strangolare un piccolo cane bianco.

Freud interpretò questo come una rappresentazione del suo desiderio di uccidere o fare del male a sua cognata. Se il paziente avesse veramente sognato di uccidere la cognata, si sarebbe sentito in colpa. La mente inconscia l’ha trasformata in un cane per proteggere il paziente.

Il processo onirico della Condensazione

Il processo di condensazione fa in modo di combinare diverse idee o persone in un unico oggetto o evento onirico. Ad esempio, sognare un uomo può essere un sogno sia sul proprio padre che sul proprio amante. Il sogno di una casa potrebbe essere la condensazione delle preoccupazioni per la sicurezza così come delle preoccupazioni per il proprio aspetto agli occhi del resto del mondo.

La Simbolizzazione

Quando la rappresentazione di un’idea o di un desiderio represso avviene attraverso i simboli, si parla appunto di simbolizzazione. Ad esempio, il sogno di salire una scala potrebbe simboleggiare l’ambizione o il desiderio di successo.

Elaborazione secondaria

L’elaborazione secondaria si verifica quando la mente inconscia mette insieme immagini che soddisfano i desideri in un ordine logico di eventi, oscurando ulteriormente il contenuto latente.

Questo fattore può comportare l’aggiunta di dettagli o la creazione di una trama che colleghi i diversi elementi del sogno. Secondo Freud, questo è il motivo per cui il contenuto manifesto dei sogni può assumere la forma di eventi credibili.

Questi meccanismi lavorano insieme per trasformare il contenuto latente in contenuto manifesto, permettendo al sognatore di rimanere addormentato e inconsapevole dei pensieri e dei desideri disturbanti, immorali o inaccettabili espressi nel sogno.

Tuttavia, attraverso tecniche come la libera associazione e l’analisi dei sogni, Freud credeva che fosse possibile scoprire il contenuto latente e ottenere informazioni sulla mente inconscia e sui veri messaggi che questa ci lancia attraverso i sogni.

Interpretazione psicoanalitica dei sogni

Sigmund Freud sviluppò diverse tecniche per scoprire il contenuto latente dei sogni, che secondo lui rappresentavano i desideri e i conflitti inconsci del sognatore. Ecco le tecniche principali:

Associazione Libera

Freud usò una tecnica chiamata libera associazione per scoprire il contenuto latente dei sogni. In questo processo, una persona dice tutto ciò che gli viene in mente in relazione a ciascun elemento del sogno, senza censurare o giudicare i propri pensieri.

Nella libera associazione, l’individuo è incoraggiato a condividere tutti i pensieri che gli vengono in mente su ciascun elemento del sogno, non importa quanto possano sembrare casuali o sconnessi. L’idea è che queste associazioni possano portare a intuizioni sui desideri o sui conflitti inconsci rappresentati dal sogno.

Transfert

Il transfert è un processo in cui i sentimenti e i desideri che l’individuo nutre nei confronti delle persone significative nella sua vita vengono trasferiti al terapeuta. L’osservazione di questi modelli di transfert può fornire indizi sul contenuto latente dei sogni dell’individuo.

Analisi dei sogni

Per l’analisi dei sogni, l’analista e l’individuo lavorano insieme per esplorare il contenuto manifesto del sogno (gli eventi reali del sogno) e cercare di capire cosa questi potrebbero simboleggiare in termini di desideri o conflitti inconsci del sognatore (il contenuto latente).

Interpretazione dei simboli

Con la sua teoria sui sogni, Freud esplorò la possibilità che possano esistere simboli universali nei sogni. Alcuni di questi erano sessuali, inclusi pali, pistole e spade che rappresentavano il pene. L’equitazione e la danza che rappresentavano invece un rapporto sessuale.

Ad esempio, Freud suggerì che i sogni di volare potrebbero rappresentare il desiderio sessuale, mentre i sogni di perdere i denti potrebbero rappresentare l’ansia per l’invecchiamento.

Tuttavia, lo stesso Freud ha specificato che il significato dei simboli può variare notevolmente da individuo a individuo e che le associazioni individuali sono il fattore più importante nell’interpretazione.

Anzi, per quanto riguarda i simboli egli affermava che questi sono da considerarsi personali piuttosto che universali. Non si può interpretare ciò che simboleggia il contenuto manifesto di un sogno senza conoscere le circostanze della persona.

Considerazione della repressione

Freud credeva che i desideri e i conflitti repressi spesso emergano nei sogni, quindi comprendere ciò che l’individuo cerca di reprimere può aiutare a interpretare il contenuto latente del sogno.

Forse Ti Può Interessare

  • Le Parasonnie: Disturbi del SonnoLe Parasonnie: Disturbi del Sonno
    Il sonno è una funzione vitale per il benessere fisico e mentale di ogni individuo. Per alcuni, però, il sonno può trasformarsi in un’esperienza a dir poco turbolenta proprio a causa delle parasonnie. Questi disturbi del sonno, caratterizzati da comportamenti, percezioni o esperienze anomale, possono influenzare significativamente la qualità della …
  • Scosse ipnagogicheScosse ipnagogiche
    Le scosse ipnagogiche sono contrazioni improvvise, brevi e forti del corpo, o di una parte di esso, che si verificano mentre ci si addormenta. La scossa ipnagogica può essere abbastanza forte da riuscire a muovere gran parte del corpo, anche se braccia e gambe sono più inclini ad essere colpite …
  • La fase REM e i sogniLa fase REM e i sogni
    La fase REM (Rapid Eye Movement – movimento rapido degli occhi) è una delle fasi del sonno che si susseguono durante il ciclo sonno-veglia. Durante questa fase, il cervello è molto attivo e si verificano una serie di fenomeni fisiologici, come il movimento rapido degli occhi, la diminuzione della temperatura …

Interpreta il Tuo Sogno